Arte e moda, due facce della stessa medaglia, due universi a prima vista così lontani, convivono oggi nel nuovo progetto social firmato Aspesi. Aspesi Art Accademy è una piattaforma digitale in grado di raccontare nuove storie attraverso gli artwork di giovani talenti internazionali: abiti e capi iconici del brand diventano i protagonisti di un racconto per immagini dove la creatività prende il sopravvento e il confine tra arte e visione si fa sempre più labile. Rimanendo fedeli a quei valori che da sempre sono nel dna di Aspesi, come tradizione e innovazione, ricerca stilistica e materiali d’avanguardia, i giovani artisti sono chiamati a reinterpretare i capi del marchio italiano e a postarli su Instagram utilizzando l’hashtag #AspesiArtAccademy. Solo i post più interessanti saranno pubblicati sul profilo ufficiale di  Aspesi.

Dopo aver affidato la comunicazione a grandi maestri dell’immagine come Paolo Roversi o a grandi artisti che hanno realizzato con spirito giocoso e irriverente le installazioni nelle storiche vetrine dello negozio del brand in Via Montenapoleone a Milano, oggi Aspesi attraverso l’Art Accademy, dà vita ad una vera e propria accademia virtuale, a un nuovo luogo di incontro dove i creativi si potranno esprimere in totale libertà e potranno far conoscere le loro opere. Partecipare è semplicissimo: basterà postare un’immagine che interpreti, sovverta o semplicemente racconti la nuova collezione autunno-inverno 17-18 di Aspesi e ricordarsi di aggiungere l’ hashtag #AspesiArtAccademy, solo le immagini più innovative saranno pubblicate sulla profilo @Aspesiofficial.

Prime voci narranti di questa storia fatta di immagini colorate e diverti sono l’illustratore Giò Pastori e Picame, blog di arte e design.

“Sono sempre stato ispirato dalle collezioni di Aspesi, dalle vetrine dello store e dal suo mondo che coniuga arte e moda”, ha detto Giò Pastori, “per realizzare i miei collage che sono già visibili sul profilo Instagram del brand, ho scelto l’abito a quadretti bianco e nero della nuova collezione donna e la Field Jacket, capo iconico delle collezioni uomo, da oggi anche nella versione femminile”.

“In un momento come questo dove contano solo like e followers”, ha aggiunto Alessandro Beretta, fondatore di Picame, “Aspesi Art Accademy va controcorrente e dà la possibilità agli artisti di raccontarsi e farsi conoscere attraverso il proprio lavoro e di raggiungere un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo che ama la moda, ma sa apprezzare anche le nuove correnti artistiche”.

L’articolo Aspesi Art Accademy sembra essere il primo su Vogue.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here